blog

Lodovini, un record è per sempre

Andrea Lodovini

Se fosse letteratura, sarebbe un misto tra Raymond Chandler e Yukio Mishima. Se fosse politica tra Ernesto Che Guevara e Malcom X. Se fosse un record d’imbattibilità sarebbe Andrea Lodovini da Subbiano, che con i suoi 2.243 minuti è il recordman mondiale, entrato nel Guinness World Record il 24 aprile 1988, dopo che il 6

Continua →


Hopeball, un pallone chiamato speranza

Hopeball

«“Cos’è che fa dell’uomo un uomo?”, si chiese una volta un mio amico. Forse le sue origini? Il modo in cui nasce alla vita? Io non lo credo. Sono le scelte che fa. Non come inizia le cose, ma come decide di finirle». Le scelte fatte da Gian Marco Duina, milanese di ventidue anni, l’hanno

Continua →


Gli InSuperAbili

InSuperAbili

Un sogno per volare oltre le barriere. Un sogno iniziato per caso che oggi fa di InSuperAbili Onlus un progetto d’avanguardia in Italia nel rapporto sport-disabilità. Il calcio porta con sé lo scontro, la competizione sfrenata, la voglia di vincere a ogni costo, eppure quello stare insieme, cercando di superarsi e superare può assumere un

Continua →


Dream and Goal

Miriam Peruzzi

Sogna e segna, segna e sogna. Un gioco di parole che Miriam Peruzzi, 33 anni, ha trasformato in realtà con la società di cui è presidente e direttore scouting, con due sedi: una in Gambia, l’altra in Benin. «Dream & Goal» attraverso la creazione di vere e proprie accademie cercherà di promuovere e sviluppare il

Continua →


La battaglia di Firenze

Italia-Spagna 1934

«C’e’ una strada chiamata “destino” / che porta in collina / C’e’ sul colle ‘na casa argentata / dar chiaro de luna / chi va in cerca d’amore / c’e’ trova ‘na fata divina / ch’e’ signora der bene e del male / e se chiama “fortuna”», cantava nel 1934 Carlo Buti, nato a Firenze

Continua →


La rovesciata di Menchino

Menchino Neri

Una scritta può diventare un monumento? Ad Arezzo sì. Nel novembre del 2014, lungo uno dei muri del sottopassaggio di via Vittorio Veneto, è comparsa questa: «Sei bella come la rovesciata di Menchino Neri!». Cancellata e riscritta più volte, tanto da invogliare il sindaco Ghinelli a renderla immortale, perché d’immortalità stiamo parlando. L’immortalità di un

Continua →


Il sesto senso del calcio

Esporte Clube Juventude

Lo sport, più spesso di quanto si pensi, è resilienza, la capacità di rialzarsi, di assorbire una sconfitta e continuare a lottare, vivere facendo quello che più ci piace, nonostante le cicatrici che niente e nessuno potrà mai cancellare. Flavio Aurelio Bittencourt da Silva era un mediano che amava salire oltre che difendere, ma dopo

Continua →


Minority Report applicato al calcio

Kyocera Stadion

Minority Report applicato al calcio. La federazione olandese, KNVB, sta studiando l’idea di consegnare piccoli congegni elettronici, controllabili con le impronte digitali, agli ultrà diffidati che invece che firmare in commissariato dovrebbero indicare la propria posizione prima, durante e dopo ogni partita. Quelli che dovessero accettare la sperimentazione avrebbero uno sconto di pena. A fornire

Continua →


Maradona si è fermato a Reggello

Maradona a Reggello

«Ho visto Maradona, ho visto Maradona, eh, mammà, innamorato son», cantavano a squarciagola i napoletani nella seconda metà degli anni Ottanta. Il Dio del calcio, infatti, era sceso dall’Olimpo, dove non è mai stato a suo agio, per abitare la città che più di tutti ha rappresentato e lo rappresentava: Napoli. Perché Diego Armando Maradona,

Continua →


Il Pallone d’Oro torna a casa

Pallone d'Oro

Il Pallone d’Oro torna a casa. Lì dove è nato e dove si è nutrito di talento, dov’era diventato il sogno di tutti i grandi campioni, creando una magia unica per il vincitore. Il Groupe Amaury, infatti, che attraverso il Groupe L’Équipe controlla il settimanale France Football, ideatore del premio nel 1956, ha annunciato la

Continua →